CORSI PER CONDUTTORI DI GRUPPO DI AUTO E MUTUO AIUTO

SEDI

BOLOGNA, FORLI’, RAVENNA

I corsi, di durata semestrale, iniziano nei mesi di marzo e settembre di ogni anno, al raggiungimento di almeno 7 iscritti per ciascun corso

 

 

SCHEDA DI ISCRIZIONE AL CORSO

 

Scarica la brochure

La formazione  è rivolta a professionisti che vogliano acquisire competenze, tecniche e strumenti operativi finalizzati alla facilitazione e conduzione di gruppi di adulti e bambini coinvolti nella vicenda separativa.
Il percorso si articola in tre moduli suddivisi in dodici giornate.
Ciascun modulo, pertanto, è costituito da sei giornate:
tre interamente dedicate alla tipologia del gruppo oggetto della formazione e tre durante le quali si affronteranno temi di carattere generale sulla facilitazione e la conduzione comuni a tutti i gruppi:
E’ possibile richiedere l’iscrizione a uno o più moduli della fase “b” di o partecipare all’intero percorso.

 

CONTENUTI DELLA FORMAZIONE
Natura e composizione dei gruppi di auto e mutuo aiuto
Strumenti e metodi di lavoro per la facilitazione dei gruppi
I gruppi di auto e mutuo aiuto e la rete dei servizi
La specificità delle risorse di un gruppo
Specificità del gruppo con bambini e adolescenti
Le dinamiche dei gruppi ed i ruoli al suo interno
Il ruolo del facilitatore
Dare voce alle emozioni
Lavorare con la parola
Separazione, conflittualità e legami familiari nel cambiamento
La conflittualità degli adulti e le ricadute sui figli
Il vissuto degli adulti
Il vissuto dei figli
Il dialogo necessario: comunicare cosa, comunicare come?
I figli di fronte alla separazione dei genitori e alla riorganizzazione familiare.

 

ATTINENZA CON LA MEDIAZIONE FAMILIARE
Le diverse esperienze che ormai da alcuni decenni sono state realizzate anche nel nostro Paese, pur in un panorama che potremmo definire “a macchia di leopardo”, hanno ampiamente dimostrato come lo strumento della mediazione familiare, inteso semplicemente come percorso rivolto alla coppia genitoriale alle prese con la separazione, sebbene efficace e di grande utilità per le persone che se ne avvalgono, risultano, in alcuni casi, parziali se non inseriti in un contesto più articolato e di rete.
Come nella mediazione familiare, gli obiettivi prioritari dell’esperienza gruppale consistono nel tentativo di produrre un cambiamento nella relazione genitoriale, il più delle volte compromessa in vista o a seguito della separazione, attivare una rete di scambio e mutuo aiuto tra i partecipanti, favorire il confronto tra pari, acquisire e potenziare strumenti e capacità esperienziali per meglio affrontare e gestire la fatica derivante dalla particolare situazione che padri e madri si trovano a dover gestire.
I contenuti della formazione spazieranno tra diversi temi, ripercorrendo le varie tappe che normalmente caratterizzano il percorso separativo.
 
N.B.
Il calendario definitivo contenente le indicazioni dettagliate di Sede/Date/Tempi di realizzazione dell’iniziativa ed elenco relatori/docenti verrà inviato al raggiungimento del numero minimo di 7 iscrizioni.
Il corso prevede un massimo di 15 partecipanti e sarà attivato solo al raggiungimento di un numero minimo di 10 iscritti.